Citta' limitrofe    Spiagge    Oasi naturalistiche

Clicca nella voci sopra per leggere le descrizioni.

 

 

LE CITTA’ LIMITROFE

 

NOTO: città patrimonio dell'UNESCO  

Noto è un piccolo gioiello barocco la cui bellezza, così armoniosa da sembrare una finzione, la scena di un teatro, nasce da un fatto tragico: il terremoto del 1693.  La città viene ricostruita come se fosse una scenografia, studiando e truccando le prospettiva in modo singolare, giocando con le linee e le curvature delle facciate, con le decorazioni delle mensole, i riccioli e le volute, i mascheroni, i putti, i balconi dai parapetti in ferro battuto. Le vie della città sono intervallate da scenografiche piazze, chiese ed imponenti scalinate che raccordano terrazze e dislivelli. I palazzi sono maestosi, costruiti con la pietra calcarea locale, tenera e compatta, che il tempo ha colorato creando quella magnifica tinta dorata e rosata che la luce del tramonto accentua. La terza domenica di maggio a Noto si svolge un’attesissima  manifestazione, la "Primavera Barocca", eventi e concerti, mostre artigianali, sfilate di carrozze d'epoca e carri infiorati culminanti nell' "Infiorata di Via Nicolaci", spettacolare tappeto di fiori allestito da artisti locali lungo tutta la via e che illustra ogni anno scene e temi iconografici differenti. (www.infiorata.info.it)
Da segnalare ancora il prestigioso
Festival Internazionale di Musica Barocca
. (www.magiebarocche.com).

La terza domenica di maggio a Noto si svolge un’attesissima  manifestazione, la "Primavera Barocca", eventi e concerti, mostre artigianali, sfilate di carrozze d'epoca e carri infiorati culminanti nell' "Infiorata di Via Nicolaci", spettacolare tappeto di fiori allestito da artisti locali lungo tutta la via e che illustra ogni anno scene e temi iconografici differenti. (www.infiorata.info.it)
Da segnalare ancora il prestigioso
Festival Internazionale di Musica Barocca
. (www.magiebarocche.com)

MARZAMEMI: antico borgo marinaro

Marzamemi è un borgo marinaro che si sviluppa a due metri sul livello del mare su un breve promontorio. La borgata è circondata quasi  interamente dal mare Ionio dove si incontrano le due isolette di Marzamemi; particolarmente interessante è la più piccola su cui sorge un elegante villino, di proprietà della famiglia dello scrittore Vitaliano Brancati.  Rendono il paesaggio unico e suggestivo le casette dei Pescatori, che racchiudono  la piazza principale  e che risalgono al 1600, anno in cui fu costruita la tonnara. Marzamemi, grazie alle sue bellezze naturali ed al perfetto equilibrio ambientale, è stata utilizzata come set per alcuni recenti film di Gabriele Salvatores, Klaus Maria Brandauer e Giuseppe Tornatore. La localita', interessantissima dal punto di vista turistico, naturalistico e paesaggistico, dal 2001 è inoltre sede  del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, un’ importante manifestazione di valore dal punto di vista culturale e internazionale. (www.cinemadifrontiera.it)

MODICA: perla architettonica


« Modica è un'inaspettata meraviglia... È un effetto bizzarro, unico, qualcosa di addirittura irreale come visto nel prisma deformante del sogno, come un immenso fantasmagorico edifizio di fiaba, il quale, anziché di piani, fosse fatto di strati di case. Da questo accastellarsi, svettano campanili e campanili » 

(Lionello Fiumi)  

Numerose sono le rappresentazioni dei questa città, perla del barocco siciliano e patrimonio dell’unesco
Modica, "
città delle cento chiese",che dominano il suo  territorio.
Modica città di Salvatore Quasimodo, scrittore e premio Nobel per la letteratura, e di Tommaso Campailla, scienziato e filosofo del '700.
Città del famoso ponte, tra i più alti in Europa, che domina l'intera città, e che congiunge la vecchia e la nuova Modica.
Città del Castello, di cui rimangono una torre del diciottesimo secolo e un, più recente, orologio.
Poi la "città delle due città", Modica Alta e Modica Bassa.
La città dei deliziosi dolci e cibi tipici e dei colorati, splendidi paesaggi del mare e della campagna.
Città del Barocco e della Contea, testimonianti lo splendore e l'importanza storica della città, in epoche passate, quando era tra le più belle e potenti di Sicilia.

Incantevole e pittoresca città della Sicilia sud orientale, Modica è nota anche come la città del cioccolato che qui viene ancora preparato secondo le antichissime ricette azteche. E qui che ogni anno, in primavera, si svolge l´Eurochocolate,  Una manifestazione che ogni anno, in tre giorni, riesce ad attirare fino a centomila visitatori.  www.eurochocolate.com

SIRACUSA: museo a cielo aperto.

E’ difficile trovare così tante tracce del passato tutte concentrate in un solo luogo e tutte diverse tra loro. La Siracusa di oggi, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2005, è un grande museo a cielo aperto, in cui rivivono epoche e civiltà lontane: una città che conserva al suo interno tante città. Da visitare è il Parco Archeologico di Neapolis, che ospita il teatro greco più grande della Sicilia, dove ancora oggi vanno in scena i classici della tragedia e della commedia antica. Siracusa è anche una città sotterranea, dal momento che sotto la sua superficie si estende un complesso di catacombe cristiane di epoca romana – in parte ancora inesplorato - secondo per importanza ed estensione solo a quello di Roma. Nel 2006 sono state riaperte quelle di Santa Lucia, la martire patrona della città, che si estendono sotto la chiesa a lei dedicata, dove da poco è stato anche ricollocato il quadro di Caravaggio “Il seppellimento di Santa Lucia”.

ORTIGIA: un'isola tutta da scoprire

Ortigia è l’anima di Siracusa, un incantevole isolotto tutto da esplorare; è una meta irrinunciabile, un concentrato di storia e arte siciliana: ci troverete i resti dei templi greci, i palazzi normanno-svevi, le tracce di una kasbah araba, le viuzze della Giudecca ebraica, architetture catalano-aragonesi e le chiese barocche. Il Duomo, che ha oggi una imponente facciata barocca, fu costruito su una presistente basilica paleocristiana, nella quale a sua volta era stato incassato un tempio dorico dedicato ad Atena. In quest’ultimo anno ultimo anno Siracusa ha ospitato il G8 Ambiente  in cui si sn  riuniti i ministri dell’ambiente degli 8 paesi più industrializzati del mondo: Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Giappone, Russia  per un G8 allargato ad altre 10 nazioni Danimarca, Cina, India, Australia, Brasile, Corea del Sud, Egitto, Indonesia, Messico, Sudafrica.


RAGUSA: atmosfera surreale.

Distesa sulle pendici meridionali dei monti Iblei, nella Sicilia sud-orientale, Ragusa possiede una doppia identità, dovuta ai due distinti nuclei abitati che fanno capo allo stesso comune solo dal 1927. Il nucleo originario, la splendida Ragusa Ibla, di impianto medievale e barocco, è oggi poco abitato e ciò contribuisce a creare quell'atmosfera surreale che si respira tra le sue vie, immersi nelle architetture barocche. Il nucleo più recente sviluppatosi dopo il terremoto del 1693, si erge su uno sperone roccioso più elevato ed è caratterizzato da una settecentesca struttura urbana a scacchiera. Le due parti, unite da scale che scendono per poi risalire, sono un esempio del fascino unico del barocco siciliano.

SPIAGGE E OASI NATURALISTICHE

In un susseguirsi di panorami sempre diversi, intriganti e splendidi, la SICILIA è una scenografia invidiabile per qualsiasi vacanza. Protagoniste di questa zona sono le spiagge, in un viaggio che ci permette di scoprire il Tirreno, il Mediterraneo e lo Jonio.  Lungo tutta la costa vi aspettano splendidi litorali, suggestivi anfratti rocciosi, spiagge dorate, acque cristalline e mari  limpidi, inseriti da Lega Ambiente tra i primi  più puliti d’Italia e classificati ai massimi livelli ecologici e ambientali. Contribuiscono a rendere il paesaggio suggestivo, le numerose oasi naturalistiche,le riserve naturali e i parchi, presenti nella zona, meravigliosi paradisi terrestri ricchi di flora e fauna, raggiungibili in pochi minuti con l’automobile o con i mezzi  pubblici, attivi tutto l’anno.